I N S E G N A M E N T O

TECNICA CONTEMPORANEA

Attraverso il lavoro tecnico si vogliono fornire i mezzi che preparino il corpo del danzatore/trice ad essere "strumento", "mezzo narrante". Ma questo non basta.

Oltre alla padronanza del proprio corpo, che si raggiunge attraverso la ripetizione di movimenti codificati, si vuole mirare anche a coltivare e a raffinare una crescente consapevolezza e percezione dell' energia del corpo fisico e del corpo sottile, dello spazio esterno e quello interno .

Si vuole preparare non solo un danzatore/trice, ma una persona danzante.

Nel rispetto delle peculiarità e qualità  individuali.

STRUTTURA

La lezione di tecnica si ispira ai principi di alcuni dei maestri della danza contemporanea: K.Jooss-Leede, J. Limón, A. Nikolais,  elaborati attraverso uno sguardo,  un' esperienza e una ricerca personale del movimento.

La fase di riscaldamento è suddivisa in due parti, una al suolo e una in verticale.

Al suolo, mente e corpo vengono liberati dalle tensioni e dai blocchi presenti.

Si comincia a fare esperienza della relazione tra respiro, peso, punti d' appoggio, centro e periferia del corpo, spinta propulsiva, tensione e distensione.

Si passa in maniera organica  a potenziare ed allungare la muscolatura e a sciogliere le giunture, preparandosi cosí al lavoro che segue.

In verticale il riscaldamento prosegue in maniera sistematica, attivando tutte le varie parti del corpo.

Finalmente il corpo viene proiettato nello spazio sperimentando nuove dinamiche e qualitá di movimento, concludendo con attraversamenti e brevi composizioni coreografiche.

                                  

 

ATELIER COREOGRAFICO

La parte dedicata al laboratorio è un momento particolare di ricerca ed esplorazione, di attiva e costruttiva comunicazione.

Ci si mette in gioco.

In questa fase giocano ruoli fondamentali l'improvvisazione e la percezione in quanto "strumenti" usati sia per la ricerca del movimento sia per raffinare la pratica dell' ascolto di sé e dell`altro in relazione allo spazio scenico.

Vengono proposti diversi approcci e linguaggi espressivi (oltre al movimento anche la voce in forma di suono, testo parlato e cantato) che di volta in volta, durante il lavoro da solo, in coppia e in gruppo, possono essere integrati l' uno all' altro allo scopo di stimolare il percorso creativo e compositivo di ciascuno.

L’ atelier è rivolto a chiunque abbia la curiositá e l'interesse di andare a scoprire la propria creativitá e il proprio linguaggio poetico o che sia in cerca di nuova ispirazione.

 

LABORATORIO ATTORI - IL CORPO NARRANTE

Il laboratorio per attori é costituito da una parte di riscaldamento fisico e da una parte creativo-espressiva atta ad allenare e a raffinare la percezione e l' ascolto l' uno dell' altro e dello spazio scenico.

Durante il training fisico, mente e corpo vengono liberati dalle tensioni e dai blocchi presenti.

In maniera organica  si va a potenziare ed allungare la muscolatura e a sciogliere le giunture.

A sviluppare senso del ritmo, equilibrio e coordinazione dei movimenti.

Gradualmente si fa esperienza della relazione tra spazio interno e spazio esterno. 

Si passa alla creazione di situazioni performative.

Osservazione e pratica vanno insieme.

Per stimolare e allenare un corpo che intuisce, percepisce e agisce.

MOVIMENTO E VOCE

Questo tipo di lavoro é per tutti quelli che desiderano sperimentare  e approfondire la propria ricerca di performer integrando al movimento il lavoro sulla voce.

Le lezioni di movimento-voce sono principalmente inspirate ai principi del medotodo Roy Hart, che mette alla base la ricerca e la relazione tra suono, movimento, estensione vocale, emozione, attraverso svariate forme espressive vocali indipendenti da norme estetiche prestabilite.

Attraverso un lavoro profondo, frutto della combinazione tra movimento ed esercizi mirati a risvegliare e potenziare le parti del corpo atte alla respirazione, si fa esperienza della relazione tra respiro, suono, movimento.

La voce scaturisce cosí da un corpo riscaldato e ricettivo.

È rivolto a danzatori, cantanti, attori, ma anche a curiosi, desiderosi di andare a perlustrare le molteplici potenzialitá  del proprio corpo e della propria creativitá  vocale.

LABORATORI DI DANZA CREATIVA PER ALUNNI DELLE SCUOLE ELEMENTARI.

Il laboratorio di danza creativa per i bambini delle scuole elementari viene suddiviso in una parte dedicata alla preparazione del corpo (riscaldamento) e una fase creativo-compositiva.

Attraverso il gioco si va alla scoperta delle infinite potenzialitá e possibilitá di movimento.

Si va a stimolare e a sviluppare la creativitá presente in ogni bambino aumentando l’ autostima e allo stesso tempo il senso del gruppo e del lavoro di squadra.

I bambini vengono guidati a raffinare senso dello spazio, del ritmo, della coordinazione e dell’ ascolto non solo attraverso l’ uso di musiche date dall’ insegnante, ma anche attraverso l’ ascolto di un ritmo interiore.

Il laboratorio di danza creativa é un percorso costituito da 12 incontri di 1h 30 ciascuno che si conclude con la realizzazione di uno o piú brani coreografici, frutto del lavoro svolto assieme.

Costi:  440,-€

LABORATORI DI DANZA CONTEMPORANEA E TEATRO-DANZA PER STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI


Il laboratorio é un percorso formativo di avvicinamento alle pratiche della danza contemporanea e del teatro-danza per gli studenti delle scuole superiori.

Il percorso prevede un minimo di 12 incontri di 2 ore ciascuno.

Gli obiettivi sono molteplici.
Oltre a stimolare la creativitá e la capacitá di lavorare insieme degli studenti, si vuole andare a sostenere lo sviluppo di uno spirito critico analitico.
Uno sguardo e un’ attenzione aperta anche alle cose meno “evidenti“ e "scontate".

Questo percorso é costituito da diversi momenti.
 

Lavoro sul corpo:
per favorire un rapporto piú consapevole col proprio corpo e le tecniche di movimento.

Relazione spazio-tempo:
proiezione del proprio corpo nello spazio in relazione ai compagni, alla musica, al luogo performativo.

Momento creativo:
attraverso l’improvvisazione guidata, gli studenti scoprono e definiscono un linguaggio personale di movimento dettato dalle emozioni, dalle idee, dalle proprie esperienze.

Contaminazione:
ricerca e approfondimento dell’ atto performativo con altre arti come con l’ uso della voce (suono-testo-canto), musica, oggetti di scena, costumi, video proiezioni.

Atto finale:
presentazione del lavoro.

In spazi interni: aula magna, corridoi, atrii ecc.

In spazi esterni: cortili, porticati, piazze ecc.

 

Costi: da 590,-€